l'esperienza di Roberta con l'allattamento del suo piccolo bimbo: già in ospedale le hanno detto che non avrebbe mai allattato. Ma Roberta invece ce l'ha fatta. Dopo l'allattamento, altre fatiche quando tutti intorno a loro premevano per l'allattamento.
da www.synapsespa.it/clienti/barbara/

Come sapete le consulenti di allattamento IBCLC forniscono a Genitori Channel delle consulenze sui temi legati all'allattamento. Questa volta il tema è: come faccio ad essere sicura che il bambino abbia mangiato abbastanza quando lo allatto al seno? Questo è un tema che spesso mette in forte ansia le mamme, in particolare nelle primissime settimane di vita, quelle cruciali per un buon avvio dell'allattamento.

In questo video l'esperta di allattamento Katia Micheletti ci fornisce le indicazioni per capire se il bambino sta assumendo abbastanza latte.

Abbiamo dato inizio ad una collaborazione con le consulenti IBCLC di "Allattamento IBCLC" che periodicamente ci parleranno di temi legati all'allattamento. Ma prima di iniziare abbiamo pensato di chiedere loro cosa vuol dire IBCLC e a cosa serve una consulente di allattamento? Il tema come sapete ci è caro, e potete trovare molti nostri video tutorial sull'allattamento. Le IBCLC sono esperti di allattamento al seno, ma capiamo meglio, grazie a Francesca...

***

Francesca, chi è e a cosa serve una consulente di allattamento?

Gli istinti materni sono davvero qualcosa di innato, o si apprendono grazie a ciò che quotidianamente viviamo e vediamo come normalità? La seconda che hai detto! E allora cosa succede ad una società in cui il seno non serve più per allattare, i parti sono eventi da sala operatoria, i bimbi consumatori da crescere pieni di oggetti transazionali?....

Ho trovato una storia incredibile e delle riflessioni veramente interessanti sul sito americano "cafemom", così l'ho liberamente tradotto per voi...

Capita che alcune donne che vivono problemi di allattamento si sentano ingannate dalle stesse campagne informative che lo sostengono e promuovono. E' una rabbia comprensibile, visto che la realtà del supporto alle madri non sempre è lineare ed efficace come dovrebbe. Caterina per la Settimana Mondiale dell'Allattamento Materno ci racconta la sua esperienza di avvio di allattamento, molto difficile.  

***

Mi è capitato di parlare con amiche che si sentivano ferite dall'accento messo sull'importanza di allattare al seno, per mamma e bambino, nel momento in cui loro non ci stavano riuscendo.

Io credo si verifichino veri e propri paradossi, in particolare in molti ambiti ospedalieri. Da una parte l'allattamento viene incensato, incoraggiato, caldeggiato, dall'altra vengono proposti modelli assistenziali e consigli che lo rendono difficile se non impossibile. Lo so anche per esperienza diretta.

In occasione della Settimana Mondiale dedicata all'allattamento vi offriamo uno scritto di Bianca Buchal, appassionata e studiosa della nascita, sulle funzioni e peculiarità dell'allattamento.

***
L’allattamento materno è una funzione che esalta in maniera completa i valori femminili. Le conseguenze che ne derivano arricchiscono non soltanto mamma e bambino in prima persona, ma al tempo stesso tutta la società.

L’allattamento al seno offre una meravigliosa opportunità affinché madre e figlio imparino a conoscersi sin dalla  nascita, perché la prima poppata avviene molto presto.

Qualche giorno fa abbiamo pubblicato sul nostro magazine la lettera che una psicologa ha scritto ad un programma televisivo, chiedendo che vi fosse più attenzione ai temi come l'allattamento e il sonno dei bambini poichè spesso si forniscono informazioni sbrigative e lontane dagli studi scientifici recenti, nonchè dal comportamento istintivo e naturale dei genitori.
Abbiamo pubblicato la lettera perchè conosciamo e stimiamo l'autrice e perchè ritenevamo le precisazioni molto pertinenti ai temi specifici.
Nè noi nè l'autrice prevedevamo però l'eco mediatico e polemico che la lettera avrebbe generato, tante sono state le firme di adesione e tanti sono stati i commenti contrari alle tesi dell'autrice.

Aderiamo anche noi alla lettera scritta da Alessandra Bortolotti in merito alle infomazioni che vengono veicolate attraverso i programmi televisivi. Il sonno e l'allattamento sono temi delicati che vengono trattati spesso con superficialità e mancanza di professionalità. Come scrive Alessandra non si tratta di fare una crociata contro uno specifico programma ma di fare chiarezza perchè sempre più genitori abbiano le giuste informazioni per poter fare le proprie scelte.

Gentile Redazione di Mattino Cinque,
ho due bambine di 7 e 3 anni e sono una psicologa perinatale, mi occupo cioè di tutto ciò che ruota intorno alla nascita, alla gravidanza, all’allattamento e all’accudimento dei bambini nel rispetto della fisiologia.

L’allattamento è principalmente una relazione d’amore, e non solo il modo normale di cibare e dissetare il cucciolo umano. Questa relazione riguarda in prima persona la madre ed il suo bambino, vi sono coinvolte però anche altre figure: prima di tutto il padre, forse indirettamente le nonne, specialmente se si prendono cura del piccolo quando la madre è a lavoro… e poi certamente possono influenzarla anche gli altri familiari, le amiche e gli amici, altri genitori con cui ci capita di parlare,  eventuali articoli pubblicati su riviste più o meno specializzate e, in generale, i mass media, le consuetudini sociali, le pratiche commerciali le politiche e le iniziative per l’allattamento… …tutti questi ambiti, come cerchi concentrici e parzialmente sovrapposti, si collocano intorno a mamma, bebè e padre e possono, direttamente o indirettamente, condizionare non solo il modo in cui viene vissuta l’esperienza di allattamento ma spesso anche la durata.

E' belissima e toccante questa testimonianza di Marika (aprovadimamma) sulle difficoltà di un allattamento alla luce del sole... con biberon, fa riflettere...

***
La mia borsa per il cambio non era una borsa, era un transatlantico. Da una parte tutina, body, calzini, un numero imprecisato di bavaglini. E poi pannolini, salviette, garze sterili, soluzione fisiologica. Dall’altra parte un set pappa degno di una ditta di trasporti: innanzitutto lo scaldabiberon, grande, pesante, ingombrante, e dotato di un riduttore per l’accendisigari, che non si sa mai dove scatta la fame.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.