A Milano 50 posti per un Rugby Camp gratuito!

2 giugno 2013, domenica di sport per i bambini a Milano nella giornata dedicata alla Repubblica.

Tanta gioventù, risate, giochi, lavoro di squadra, passione, lealtà, sacrificio, rispetto delle regole, aiuto reciproco, sorrisi, scontri leali... questi alcuni dei valori che erano in campo all'Arena Civica di Milano e ditemi se non era il modo migliore per celebrare la festa della Repubblica Italiana! A me ha fatto pensare che lo sport è davvero una scuola di vita e che forse dovrebbe ispirarci di più quando dobbiamo impegnarci nelle cose serie ed importanti.

Federica Lisi Bovolenta è una ex pallavolista di serie A e moglie di Vigor Bovolenta, pluricampione di pallavolo che è venuto a mancare 1 anno fa, durante una partita di campionato.
I due hanno 5 figli. I primi 4 sono concepiti con fecondazione assistita, Andrea, l'ultimo, è il dono inatteso che Federica scopre di avere in grembo 15 giorni dopo la morte di Vigor...

In questa intervista Federica, donna straordinaria, ci racconta com'è crescere i suoi figli da sola, guardando sempre alla vita con il sorriso e la positività.

“Quali attività extra-scolastiche fa tuo figlio?” Bella domanda!

Ormai la scelta, in particolare in città, è vastissima e i corsi impegnano i pomeriggi di tutta la famiglia.

Al di là della riflessione sulla necessità di lasciare del tempo libero ai bambini – a mio avviso va benissimo che si annoino ogni tanto –, trovo difficoltà nello scegliere per loro.

La maggior parte delle volte si finisce per decidere tra diverse opzioni a seconda di ciò che fanno gli amichetti o della distanza da casa.

Da una piccola ricerca sul web, vi segnalo alcune attività che ho trovato interessanti e stuzzicanti:

Sedentari a 5 anni…

Settembre 01, 2010

Ci stiamo godendo una meravigliosa vacanza di mare: i bimbi passano la giornata girando in bici l’estensione del comprensorio che delimita una zona di villette che danno sul mare. Corrono avanti e indietro tra casa nostra, delle zie e il mare. Fanno mille bagni, poi scorrazzano in spiaggia, si avventurano come esploratori sulle rocce, al laghetto a pescare o a dar da mangiare alle paperelle; il viso è luminoso per il sorriso sempre stampato e il colorito bronzeo…

poi ripenso a milano, e a come vivono come passerotti in gabbia: escono da scuola, li infilo nella macchina, torniamo a casa (5 min di macchina), di rado trascorrono 20 minuti in giardino, poi si infilano in casa e li’ la lotta e’ tra la tv e un puzzle o qualcosa di analogo…

Pagina 2 di 2

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.