Lunedì, 08 Giugno 2020 06:31

La ghiandola pineale e i ritmi sonno/veglia

By

La ghiandola pineale e la sua funzione regolatrice nel sonno.

Oggi voglio parlarti di qualcosa di magico... hai mai sentito parlare della ghiandola pineale? 

Beh.... se non ne hai mai sentito parlare... ti consiglio vivamente di fare una ricerca approfondita su di essa. 

Pensa che viene anche chiamata ghiandola magica o sacra o anche epifisi o terzo occhio

La ghiandola pineale ha molto a che fare con il nostro benessere. E visti i tempi... direi che tutto ciò che va nella direzione del benessere merita di essere ascoltato. ; )

 

A cosa serve la ghiandola pineale

La ghiandola pineale è una piccola ghiandola endocrina del cervello dei vertebrati e, fra le altre funzioni che ha, è la ghiandola deputata al rilascio di melatonina, l’ormone che influenza, tra le altre cose, la regolazione dei ritmi veglia/sonno

La sua forma assomiglia a una piccola pigna (da cui il nome)  e si trova vicino al centro del cervello, tra i due emisferi. 

In molte tradizioni anche antiche era già conosciuta tanto da essere rappresentata anche simbolicamente. Pensa per esempio agli egizi e al simbolo dell’occhio, o al “cortile della pigna” nei musei vaticani. 

Nelle visioni più esoteriche, la favola di Pinocchio è un’allegoria sulla capacità della ghiandola pineale nel riportare la vita, rappresentata dal burattino di legno che diviene umano e vivente. Pin-Occhio. 

Varie ricerche confermano che ci sono degli orari nella notte, tra l’una e le quattro del mattino, in cui vengono rilasciate sostanze che portano a sogni lucidi e a stati profondi di coscienza.

Secondo Cartesio, il centro dell’anima risiederebbe nella ghiandola pineale
Direi quindi che ci sono tanti elementi che sostengono dall’antichità che la ghiandola pineale ha un grande ruolo nella nostra vita!

Sicuramente una delle funzioni della ghiandola pineale è il secernere la melatonina, che è considerata l’ormone della giovinezza e del buon sonno e, dal punto di vista spirituale, è l’ormone della consapevolezza, che porta a stati superiori di coscienza. 

 

 

Come possiamo stimolare e attivare maggiormente la ghiandola pineale?

Bello! dirai tu... e allora come la mettiamo quando si hanno bimbi piccoli che ci svegliano ripetutamente la notte e non riusciamo così a dormire quel sonno rigeneratore che tanto è utile per il buon funzionamento della ghiandola pineale e per la produzione di melatonina? 

Ebbene... uno stratagemma c’è... la ghiandola pineale continua il suo lavoro indisturbato durante la notte se è lontana da fonti di luce bianca diretta

Ecco qualche suggerimento:

  1. dormire in completa oscurità 
;

  2. meditare o praticare stati di profondo rilassamento. Nel nostro per-corso “Lo yoga in gravidanza” trovi posizioni e rimedi per praticare con consapevolezza stati di rilassamento e posture benefiche per il corpo e per il bimbo in pancia. 

  3. se sei una mamma con un bimbo piccolo e hai bisogno di allattarlo la notte.. metti un telo trasparente rosso sulla lampada del comodino, o una luce calda con i toni arancio rossi rosa tipo la lampada di sale così che tu possa vedere permettendo però alla tua ghiandola pineale di fare bene il suo lavoro notturno. 

 

Un grande abbraccio 

Simona Vanetti

 

 

Immagine: ...woman sleeping... on Shutterstock.com

Simona Vanetti

Psicologa, artista, formatrice. Ama creare, trasformare, dialogare con l'anima e stare con la sua famiglia. Mamma di due meravigliosi cuccioli. Adora giocare con le parole per trovarne i tesori nascosti.

Altro in questa categoria: « Bambini: scalzi o con le scarpe?

Aggiungi commento


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.