Ecco recensite 9 App gratuite per avvicinare i bambini a geografia, storia, scienze, incuriosendoli.

Impigiamata arriva in cucina per darmi il bacio della buona notte, Aylin è una bambina dolce, sensibile, coccolona, non andrebbe mai a letto senza darmi un bacio... mentre io me ne dimenticherei facilmente... ha 10 anni, fa la quinta e fra un paio di mesi avremo archiviato pure il primo round di elementari.

Che fatica i compiti a casa... ogni età dei figli porta gioie e fardelli diversi ai genitori. Se i neonati ti tolgono il sonno, i duenni ti aprono alla scoperta dei terrible 2, arrivati alle elementari si comincia con il calvario dei compiti a casa... “la pangea e la panthalassa” segnano il tuo approdo alla terza elementare, mentre in quinta siamo alle prese con le regioni, le provincie (ecco un altro buon motivo per eliminarne la maggior parte ;-)) le catene montuose, l'economia delle regioni...

Su Genitori Channel la scuola familiare sappiamo cos'è, perché l'abbiamo scelta per i nostri figli.
Nella foto dell'articolo un gruppo di bambini della scuola familiare al museo. 

Vi racconteremo la nostra esperienza, intanto sveliamo cos'è la scuola familiare, o home schooling, se è legale, come funziona...

Scuola familiare...che cos'è?

Il termine scuola familiare e tutti i suoi sinonimi (scuola parentale, istruzione parentale, istruzione familiare, home-schooling) definiscono un tipo di apprendimento non strutturato in cui i genitori si prendono in prima persona la responsabilità dell'istruzione dei propri figli.
Istruire i propri figli è un dovere dei genitori, essi scelgono come poterlo assolvere: tramite la scuola pubblica, tramite la scuola privata (parificata e non) oppure occupandosene direttamente, con l'aiuto di persone scelte da loro stessi, in condivisione con altri genitori oppure personalmente.

Se vi interessa o incuriosce il tema, abbiamo scritto per voi una guida completa all'homeschooling in Italia che potete anche scaricare gratuitamente

La scuola è ormai iniziata, per alcuni siamo ai primissimi giorni, per altri sono già 3 settimane...

Non per tutti l'ingresso a scuola è uguale, ci sono bambini entusiasti della ripresa, e ci sono bambini che fanno più fatica e soffrono il distacco altri no. Ecco qualche suggerimento per i primi... Già al rientro dalle vacanze di Natale dell'anno scorso vi avevamo dato dei suggerimenti per migliorare il rientro a scuola, poi vi abbiamo parlato dei fiori di bach per la scuola. Qui sotto abbiamo riassunto qualche altro trucco da mamma a mamma su come affrontare le crisi del "non voglio andare a scuola".

Un tempo allo scoccare dei 6 anni si iscriveva il proprio figlio all’unica scuola elementare del paese, oppure, nel caso delle città, in quella più vicina, in quella più comoda per “prendere e portare”.
Oggi sempre più genitori mettono al vaglio molte altre variabili durante la scelta della scuola elementare: la qualità degli insegnanti, il numero delle classi, il numero di bambini per classe, la presenza oppure no di un’area verde per giocare, fino a valutare per esempio istituti privati che garantiscano una determinata istruzione che non si trova solitamente nella scuola pubblica (istituti montessoriani, steineriani, religiosi, ecc.).

Ma la scuola pubblica è proprio così dissestata come leggiamo sui giornali? Forse sì ma alcune realtà felici esistono e in questo articolo Felicita Quagliozzi ci racconta la sua esperienza alla scuola Rinnovata Pizzigoni di Milano e il percorso che l'ha portata verso questa scelta.

***

Un anno fa, di questi tempi, non sapevamo dove sbattere la testa.  Come tante famiglie milanesi, affrontiamo un busillis che non si risolve a tavolino. La cinquenne di casa va iscritta ad una scuola elementare. Già, ma quale? Quella di zona è, per vari motivi, improponibile. Abbiamo fatto domanda a quella di via San Giusto: bella, pubblica, a "orientamento sportivo e musicale", ma soggetta ai capricci di un bacino d'utenza artificiale che ci ha relegato all'ottavo posto in lista d'attesa. In pratica, un 'NO'.

Due insegnanti ci aiutano ad affrontare il momento delicato ed importante della scelta della scuola, un argomento proprio di questo periodo.

***
Per genitori e ragazzi è arrivato il momento delle grandi scelte: è arrivato il momento di scegliere quale scuola frequentare, sia per chi si iscrive alla prime classi elementari e secondarie sia per chi, reduce da un’esperienza difficile, vuole affrontare un cambiamento.

Il metodo Montessori spesso raccoglie consensi dai genitori che lo scelgono e molte critiche dai detrattori

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.