Yoga per bambini

Aprile 28, 2014

Lo yoga praticato fin da bambini può aiutare molto a donare una stabilità.

Eccoci quasi in cima (il sesto chakra e' quello situato sulla fronte, punto in cui è collocato il nostro 3° occhio, e dove le donne orientali disegnano un punto colorato).

Siamo nel regno dell'intuito, immersi nel color indaco.
Questo chakra ci parla di guardare e percepire, di andare oltre la visione ordinaria e spesso grossolana delle cose.

Spesso siamo presi nella morsa degli automatismi, spesso ci aspettiamo che accada una determinata cosa, quello che è già accaduto mille volte in passato. Così facendo proiettiamo le nostre aspettative e ci precludiamo di essere autenticamente in una relazione.
Offriamo alla vita la possibilità di sorprenderci.

Come ci aiuta il terzo occhio con i bambini: l'intuito

Questo sesto chakra ci suggerisce, anche, che possiamo informare il campo con il nostro intento. Cosa significa?
Facciamo un esempio concreto: immaginate di trovarvi in una situazione di conflitto con il vostro bambino o bambini.
Anziché re-agire, usate l'intuito: cosa vi sta mostrando? Comunicando? Usate il vostro terzo occhio che vede al di là del palcoscenico dove si svolge la scena. Andate dietro le quinte, altra prospettiva.
Potreste avere un'intuizione rispetto al problema o alla sua soluzione. Lasciatevi guidare, fidatevi.
Non abbiate aspettative, non proiettate su quel palcoscenico un film già visto perché, ricordate, state vivendo un momento unico, unico come il tempo che ci appartiene, il presente, il qui e ora.

Come ci aiuta il terzo occhio con i bambini: la nostra energia

Veniamo al campo: come sapete siamo energia, siamo tutti interconnessi, esistono i confini ma la separazione è solo apparente.
Quindi voi potete portare nel campo energetico della vostra relazione l'informazione che volete, riempiendolo con quella vibrazione.
Immaginate di essere in un campo di gramigna: se iniziate a gettarvi semi di fiori rosa e lilla, presto quel campo sarà connotato diversamente.
O ancora: se siete in un campo color marrone e voi portate del giallo, ecco che il colore cambia.
La stessa cosa la potete fare usando il vostro intento, con i vostri pensieri e le vostre emozioni.

Ritornando all'esempio di prima, seguendo l'intuito:

  • potete portare pensieri positivi nel conflitto o nella problematica, smettendo di identificarvi con essa, 
  • potete recitare un mantra, 
  • potete immaginare delle forme armoniche colorate, e fornire quindi quel tipo di vibrazione al campo energetico.

Noi mamme, poi, abbiamo un filo diretto con i nostri cuccioli, piccoli o grandi che siano. Quindi fidatevi, come mi piace dire: fatevi 'vuote' e lasciate che l'energia vi parli.

Uscite dal pensiero lineare, andate dietro le quinte. Usate l'intuito per vedere oltre.

Ricordate che il pensiero crea. E probabilmente ne avete già fatto esperienza: ci sono giorni in cui vi sentite bene, avete energia da vendere, e la vita vi restituisce il vostro buon umore.
Al contrario quando siete giù, quando vi sembra tutto grigio, le difficoltà si accavallano.
Quindi, cosa scegliete? Quali qualità? Che realtà volete creare, trasformando?
Ricordate che nulla é statico ma tutto é movimento.

 

Elisabetta Garbarini

Elisabetta tiene un percorso dedicato alla trasformazione dei conflitti tra genitori e figli a Milano,
Per sapere i dettagli: www.elisabettagarbarini.com o Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Elisabetta è Scrittrice, Talent coach e Writing coach
Ha pubblicato storie per bambini: La lucciola e il vecchio contadino, Ed. Il Ciliegio, Io con voi non c'entro niente!, Ed. EdiGio e meditazioni (Armonia dei corpi, Ed. Chlorophyll). 
Lavora accompagnando le persone nei loro processi di trasformazione attraverso la parola e la scrittura, tiene corsi, seminari e cerchi al femminile.

Immagine: Aji Raja

Quinto chakra: la gola...

Chakra della comunicazione e della creatività.
Sappiamo bene quanto sia importante il linguaggio, ossia esprimere attraverso le parole informazioni, intenzioni, emozioni, disagi, aspirazioni...

Eccoci ad una nuova puntata sul tema dell'interazione con i nostri figli usando schemi diversi e facendoci guidare dai chakra... Eccoci arrivati al 4° chakra, lo spazio del cuore, nel cuore.

4 Chakra: il Cuore

Di cosa e come ci parla questa energia che ha a che fare con l’ascolto interiore, che è la voce dell’amore?

Ci suggerisce prima di tutto il silenzio.
Ricordate il gioco del silenzio che forse qualcuno di voi avrà fatto da piccolo? 
Creare uno spazio dentro di noi, dove le parole sono Silenzio, e metterci in ascolto di ciò che c'è. Stare e ascoltare, senza forzare, solo stare.

Eccoci ad una nuova puntata sul tema dell'interazione con i nostri figli usando schemi diversi e facendoci guidare dai chakra... siamo al 3° Chakra: IL POTERE!

3 Chakra: il Potere

Il potere va contattato, condiviso, rispettato.
Tu hai il tuo, tuo figlio il suo.

La lotta per il potere inizia da piccoli ma nell'età dell'adolescenza raggiunge, per molti, il suo culmine.

Esploriamo un nuovo chakra come strumento pratico, facile, divertente con cui giocare e trasformare situazioni di difficoltà con i figli in situazioni gioiose e che possono insegnarci qualcosa di nuovo(non si finisce mai per fortuna!).

2 chakra: l'acqua

Come promesso, ecco il primo post dei I 7 chakra, uno  strumento pratico, facile, divertente con cui giocare, per trasformare le situazioni che non rendono noi e i nostri figli felici, che possono insegnarci qualcosa di nuovo  e farci crescere (non si finisce mai per fortuna!).

1 chakra: le radici

Caterina ci racconta come fa Yoga con i bambini, lei usa un vecchio testo di quando era bambina, non più in commercio, ma noi abbiamo trovato il libro "Lo yoga per gioco" di Claudia Porta (provate a riceverlo in regalo nel nostro giveaway) che è molto apprezzato dai bimbi ed è una bella guida.

***

Lo yoga è entrato a far parte della nostra cultura ormai. Per molti, tra cui me, è una pratica irrinunciabile, di crescita, connessione, benessere.

Vedendo la mia passione per questa disciplina i miei figli si sono naturalmente incuriositi ed io ho cominciato a pensare che avrebbe potuto essere una bella avventura anche per loro.

Matteo Manzini ci racconta dell'intensità dell'esperienza di meditazione e repiro fatto in una classe delle elementari. I bambini ci sorprendono sempre e quando riescono a creare uno spazio di silenzio e calma, sono molto più capaci di noi a percepire e mettere a frutto le loro incredibili risorse. Concludiamo l'articolo con un video sull'esperienza di "rebirthing" di una bimba di 8 anni.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.