Un parto naturale dopo 3 cesarei in ospedale - intervista (VBA3C)

Qualche anno fa mi contattò Francesca, una mamma di 3 figli, nati con parto cesareo. Francesca desiderava da sempre un parto naturale. Io sono Presidente dell'associazione ONLUS www.partonaturale.org e da anni ci occupiamo di dare sostegno e informazioni su questo, ed altri temi legati alla nascita e al primo accudimento, alle mamme.

Le inviai tutti i libri in italiano che avevo sul tema (Dopo un cesareoIl parto cesareo. Solo se indispensabile, sempre con rispetto) che lei divorò.
Francesca non era neppure incinta, ma già pensava al suo VBA3C, cioè di un parto vaginale dopo 3 cesarei (vaginal birth after 3 cesarean), una specie di chimera in Italia dove era rarissimo che una donna potesse realizzare anche solo un VBAC, cioè un parto naturale dopo un solo cesareo.

Così Francesca cominciò a pensare al suo parto naturale prima di rimanere incinta, prenotò una visita all'ospedale San Gerardo di Monza (c.a 70 km da casa sua) per cominciare a stabilire un rapporto con l'unico ospedale che sapevamo essere serio e affidabile e anche che poteva avere un'apertura verso questo tipo di percorso.

Qualche mese dopo l'incontro Francesca era incinta! La misi in contatto con Federica, anche lei alla ricerca di un VBA3C, cioè di un parto vaginale dopo 3 cesarei (vaginal birth after 3 cesarean), anche lei incinta... Federica diede alla luce la sua Sarah con un glorioso VBA3C in casa quell'estate (leggete il suo racconto), e Francesca la seguì di lì a poco con uno splendido parto naturale, questa volta in ospedale, dando alla luce Giacomo.

In questi video l'abbiamo intervistata telefonicamente. Ad intervistarla per noi Elisabetta Malvagna, giornalista, blogger e autrice di Partorire senza paura e Il parto in casa.

Quali sono i criteri che ti hanno spinto alla scelta di un parto naturale dopo ben 3 cesarei e come hai fatto a valutare i rischi e i benefici?

Francesca racconta come i suoi precedenti cesarei non erano legati a problemi specifici e i bambini erano nati sani e di peso normale. Dopo i suoi parti Francesca aveva voluto informarsi molto con la determinazione di capire perché correre i rischi dell'intervento chirurgico del cesareo.

Come hanno influito l'ambiente intorno a te e i familiari sulla tua ricerca del vba3c?

Francesca racconta come suo marito non è stato un alleato a suo favore, ma neppure un antagonista, probabilmente vedendola molto determinata nelle sue scelte.
Mentre il resto della famiglia (cugini, nonni) erano stati lasciati all'oscuro di tutto.

TI sei confrontata con altre donne che erano in situazioni analoghe alla tua? Che importanza ha avuto questo?

Cosa hai apprezzato di più dell'atteggiamento di chi ti ha assistito e come hai affrontato quel giorno il parto?

Francesca racconta il suo parto, le sensazioni di timore che i medici potessero intervenire per farle un cesareo, e l'atteggiamento dei medici che, invece, compresa questa sua paura, hanno avuto un atteggiamento di incoraggiamento e tranquillità. 

Come ti sei posta nei confronti del dolore delle doglie

"A me faceva paura di essere tagliata un'altra volta, non mi faceva paura l'idea del dolore..."

Quali consigli daresti a chi non sa se fare o meno un VBAC e che letture consiglieresti

 

di Barbara Siliquini

Immagine: achinel su sxc.hu

Barbara Siliquini

Da single impenitente, affamata di vita, girovaga del mondo, donna in carriera, sono diventata una mamma allattona, spesso alternativa e innamorata del grande universo della nascita dolce, dell'alto contatto, della vita consapevole. Così è nato GenitoriChannel, per condividere con tutti: i dubbi nell'essere genitori, le scoperte, l'idea del rispetto come primo valore della genitorialità, i trucchi per vivere il quotidiano con leggerezza e con consapevolezza.

Aggiungi commento


Commenti   

Chiara
0 # Chiara 2013-01-15 09:23
Vorrei dare una piccola testimonianza: mia mamma ha fatto il cesareo per il primo figlio, e poi ha partorito con parto naturale altre due figlie.
Tutto è andato bene. :)

Auguri e coraggio a tutte le mamme che desiderano un parto naturale dopo uno o più cesarei! :)
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
Barbara Siliquini GC
0 # Barbara Siliquini GC 2013-01-15 09:33
che bello, grazie Chiara di questa notizia?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
Stefannie
0 # Stefannie 2016-01-02 18:39
Buona sera io ho 2 cesarei dietro adesso sono a 35 settimane e ho il diabete gestazionale la ginecologa del ospedale mi ha detto di non provarci nemmeno ha fare il vbac di non cercare guai che potrei morire anche il bimbo ecc. Io ho appuntamento il 21 gennaio a Monza mi ha detto di disdire perché è pericoloso io volevo averlo naturale il mio bimbo non voglio un altro cesareo chi mi può dare un consiglio grazie di chi ha fatto questa sequenza del vbac a Monza grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
Barbara Motolese
0 # Barbara Motolese 2016-01-04 11:14
Buongiorno Stefannie, grazie al tuo commento mi sono accorta che i video non erano più visibili, ora puoi vedere tutta l'intervista di Francesca.
Il centro nascita di Monza è un centro molto serio e affidabile, ti puoi sicuramente rivolgere a loro per avere tutte le informazioni.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
Silvia guidolin
0 # Silvia guidolin 2016-08-05 08:35
Ciao sono una mamma di 3 figli nati tutti con tc. Volevo sapere quanto si può aspettare per provare un vba3c. Il mio gin ha fatto prendere paura a mio marito così mi sono ritrovata sola e arrendermi.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
Silvia guidolin
0 # Silvia guidolin 2016-08-05 10:18
Cmq.....fa piacere sapere che ci sono donne coraggiose che riescono ad esaudire il desiderio di dare alla luce il proprio bambino. Mi è stato molto d'aiuto la sua intervista....g razie e chissà se un giorno riuscirò anch'io a far nascere il mio bambino grazie ancora
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
bs GenitoriChannel
0 # bs GenitoriChannel 2016-08-05 15:01
Cara Silvia,
mi fa molto piacere che tu sia capitata su questo nostro articolo. Abbiamo tante amiche che hanno fatto un vbac (parto naturale dopo cesareo), alcune dopo più di uno, come nel caso di Francesca qui.

Sei una donna con 3 figli e 3 cesarei alle spalle, io credo che dovresti dire di te stessa che sei una donna coraggiosa. Ognuno di noi su alcuni fronti può avere bisogno di aiuto e di sostegno, soprattutto quando le scelte che facciamo sono piste poco battute o non consuete.

Francesca (la donna di questa intervista) si è molto documentata ed ha ricevuto molto aiuto e sostegno, con esse ha creato la sua determinazione e la sua convinzione, questo le ha permesso di trovare un'equipe che fosse dalla sua parte: che si facesse carico della sua salute, ma anche del suo desiderio. Tutto questo rende il compagno/marito in grado di diventare anche lui un sostegno e non un ostacolo o qualcuno che non ti comprende.

Noi abbiamo passato anni a sostenere ed aiutare le donne in cerca di un vbac e da quest'anno abbiamo messo questi nostri percorsi, la nostra esperienza e il nostro sostegno emotivo ed energetico a disposizione di tutte le donne attraverso www.lallafly.com. Se vuoi puoi farti un giro, troverai 2 percorsi molto preziosi per te:
uno è sulla rielaborazione della ferita emotiva del cesareo... il primo passo per poter tornare solida ed integra ed affrontare il vbac. Dagli un occhio, lo trovi qui:
www.lallafly.com/ciao-cesareo/

L'altro percorso è proprio sul vbac, come prepararsi per ottenerlo:
www.lallafly.com/.../

Su GenitoriChannel .it ci sono moltissimi articoli e video sul VBAC,
guarda la nostra playlist su Youtube: www.youtube.com/.../
e la nostra sezione gravidanza e parto: genitorichannel.it/.../

Se hai bisogno noi siamo qui, non sopire questa voce dentro di te che ti spinge a cercare di sapere di più di questo tema.
Un grande abbraccio,
bs
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione

Iscriviti alla newsletter

Leggi la nostra informativa su Privacy e Trattamento dati

www.GenitoriChannel.it è gestito da Ta-Daaa! Srl - Via Fratelli Rosselli 6 20090 Trezzano sul Naviglio (MI) P.Iva e CF 06936140968

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.