Eccoci arrivati alla fine dell'anno. In questo periodo su Genitori Channel avete trovato un'abbondanza di ricette, ma si sa, il periodo e' quello delle grandi abbuffate!
Per l'ultimo dell'anno in tavola non possono mancare le lenticchie, da mangiare alla mezzanotte per propiziare un anno ricco e prospero.

Ecco dunque una ricetta veloce per cuocere questo delizioso legume, in genere molto apprezzato anche dai bambini. La cottura può avvenire in pentola a pressione o in microonde per velocizzare i tempi. La mia zuppa di lenticchie, poi, è adatta ad ogni età, a partire dai 9 mesi circa.

La frutta secca, segno di prosperità e simbolo benaugurante durante le festività natalizie, si può utilizzare per arricchire piatti e creare pietanze originali e gustose.

Ogni qualità di frutta secca ha proprietà benefiche specifiche. Gli unici accorgimenti da tenere a mente riguardano le allergie - la frutta secca è in generale un alimento fortemente allergenico - e le quantità - si tratta di cibi molto calorici.

E' arrivato l'inverno, in questi giorni molte città si svegliano ammantate di neve. E' tempo di una colazione buona ed energetica, è tempo di concedersi una bella cioccolata calda!
Ecco un'idea ottima per la colazione d'inverno, è della nostra Laura Cuccato, di Salto nel Crudo, la nostra esperta di cucina crudista e senza alimenti di origine animale.

Quando uno pensa alle cose vegan (senza alimenti di origine animale) e crude pensa alle schifezze, poi incontra Laura Cuccato, e capisce che la vita è godimento ed è piena di sorprese.

Allora, d'inverno, consumare una bevanda senza latte ha un doppio vantaggio, perché il latte non è l'alimento ideale quando si è raffreddati e pieni di catarro. Senza contare che moltissimi adulti non lo digeriscono bene.

E allora Laura ci viene in soccorso con una bella tazza di cioccolato caldo speciale, anzi specialissimo, perché preparato con ingredienti ricchissimi di minerali, di valori nutrizionali e di proprietà benefiche. Una sferzata energetica e di gusto per iniziare la giornata.

Il Philadelphia, il più noto dei formaggi spalmabili in commercio, si prepara facilmente in casa, senza aggiungere conservanti o prodotti chimici. Con pochi ingredienti e un po' di pazienza è possibile creare un formaggio perfetto per le merende dei bambini o per le molte ricette in cui compare.

Ingredienti:

  • 500 gr yogurt intero bianco non dolcificato;
  • 1 cucchiaino di sale raso;
  • 1 canovaccio pulito, lavato senza l'ammorbidente;
  • un po' di spago;
  • una ciotola profonda;
  • un cucchiaio di legno.

 

Procedimento:

Amalgamate allo yogurt il cucchiaino di sale. Aprite il canovaccio sopra la ciotola e versatevi dentro il composto.

foto 8

Chiudete il canovaccio con lo spago e appendetelo al cucchiaio di legno appoggiato al bordo della ciotola.

foto 7

Il "sacchettino" con dentro lo yogurt deve penzolare nella ciotola, in modo che il siero in esso contenuto possa sgocciolare.

Lasciate sgocciolare per 24 ore in un luogo fresco e, una volta aperto il canovaccio, il Philadelphia homemade sarà pronto. Mescolatelo con un cucchiaino e conservatelo in frigo.

 

Esiste anche la versione vegana, cioè con yoghurt vegetale, ecco la ricetta:

 

 

Di Cristiana Calilli

Cento per cento Mamma

Non è facile far mangiare le verdure ai bambini! Abbiamo visto le idee che Caterina ci ha suggerito (io me le sono segnate tutte!) e proveremo ad offrire questi piatti ai nostri bambini.

Una delle verdure più ostiche per le mie figlie è il cavolfiore, che le spaventa già per l'odore deciso che ha durante la cottura.

Ho raccolto alcune ricette dal web perché io amo questa verdura che compare per tutto l'inverno nel cesto bio che acquistiamo settimanalmente.

Avete presente quei periodi "no", in cui sembra che i bimbi non vogliano mangiare più nulla, soprattutto le verdure?
Ecco, capitano in tante, ma tante famiglie.
Così, dopo averci parlato delle colazioni sane e delle merende, Caterina ci propone delle ricette gustose e sane per mettere in tavola la verdura in allegria.

Dopo il compimento dei due anni, i miei bimbi, che all’inizio dell’alimentazione solida non si riusciva a tenere lontano da broccoli, carciofi, zucca e così via .. hanno cominciato a diventare sempre più diffidenti e scorbutici nei confronti delle povere verdure.

A volte cucinare delle cose sane, ma gustose, può aiutare a minimizzare gli sforzi e ottimizzare i tempi quando bisogna cucinare per grandi e piccini. Le ricette con le verdure sono piatti adattissimi ad essere proposti ai bimbi piccolissimi, ma anche a mamma, papà e ai fratelloni.

Questo è il caso della crema di zucca e lenticchie, una ricetta adatta per lo svezzamento, ma con aggiunta di crostini di pane o riso (magari integrale) può essere un primo molto gradito nelle cene autunnali.

"Lenticchie per lo svezzamento???" certo, perché in questo piatto utilizziamo le lenticchie rosse decorticate che sono delicate e adatte anche ai piccini. Per loro potrete aggiungere alla crema ottenuta della farina di riso o del riso bollito e poi frullato, se non sono ancora abituati alle consistenze.

Laura, esperta di cucina crudista, ovvero dove gli ingredienti non devono essere trattati a temperature superiori ai 40°C, ci insegna a fare i cioccolatini... una vera golosità.

***

La scelta crudista non dimentica i dolci. A dire il vero i dolci crudisti sono il modo più semplice per conquistare uno scettico.
La mia bimba non mangiava dolci, non mangiava cioccolato... poi un giorno ha assaggiato il cioccolato crudo e adesso: Mamma mi fai i cioccolatini?

Io li preparo alla moda crudista: parto dal burro di cacao, dal cacao in polvere, dal dolcificante naturale e con gesti allenati produco dei deliziosi cioccolatini*. Solo 3 ingredienti. Mi piacciono molto le ricette semplici.
Per i tartufi: mandorle datteri e carrubae nulla più.

La semplicità delle ricette crudiste colpisce anche chi di cucina se ne intende: così ho colpito "al palato" lo chef Michele Maino con cui sono iniziate le serate Bistraw: cene crudiste 100% vegane per le sere d'estate. 

*ricetta della base dei cioccolatini crudisti

  • 80 g burro di cacao crudo
  • 60 g cacao crudo in polvere
  • 60 g sciroppo di agave crudo

Sciogliere il burro di cacao a temperatura inferiore ai 45° (con l'essiccatore oppure a bagno maria senza scaldare troppo l'acqua) mettere il cacao in polvere nel burro di cacao sciolto e mescolare bene fino ad avere un impasto molto fluido aggiungere lo sciroppo di agave e continuare a mescolare.
Quando il tutto sarà molto omogeneo si possono riempire gli stampi: possono essere quelli in silicone o stampi ricavati da semplici pirottini in silicone.

Lasciare in frigorifero almeno 2 ore prima di consumare.

A questa base si possono aggiungere vaniglia, peperoncino, lavanda e tutto ciò che la fantasia suggerisce. I prodotti della ricetta crudi e biologici si possono trovare online da Cacao puro.

Buon appetito! da Laura Cuccato di SaltoNelCrudo


BistrawLaura è una cuoca sopraffina che utilizza tecniche per cui gli ingredienti non vengono cotti, trattenendo tutta la ricchezza nutritiva coniugandola con la gioia per il palato. Per saperne di più potete partecipare ai suoi seminari e alle lezioni di cucina, dove scoprirete che la cucina "cruda" oltre ad essere gustosissima, dissimula totalmente di non essere cotta e di non usare alimenti di origine animale... insomma ci guadagna l'occhio, il palato e la salute!

Le serate bistraw, il mercoledì dei mesi estivi, sono dedicati a mangiare piatti gourmet di cucina crudista ad un prezzo fisso di 30 eur. Per saperne di più: Bistraw.

Le ricette crudiste di Laura sono anche nel libro Il crudo è servito Ed. MyLife e Frullato e Mangiato: Succhi, zuppe, dolci e merende crudiste per tutti... in 10 minuti

Bambini e cibo sano

Ottobre 08, 2012

L'educazione alimentare è uno dei temi forti di questi anni, visti anche i dati poco confortanti sull'aumento del numero di bambini obesi o in sovrappeso.

Un regalo importante che possiamo fare ad un'intera generazione di futuri adulti è offrirle gli strumenti per imparare ad alimentarsi nel modo corretto, mettendo in cassaforte la propria salute.

Il pane fatto in casa

Settembre 27, 2012

Fare il pane in casa è un’esperienza che tutti dovremmo provare.

Il tempo che passa lento mentre l’impasto lievita, la fatica nell’impastare e la soddisfazione nell’osservare la fragranza del risultato.

La casa che si riempie del profumo delle cose buone e che accoglie chi entra con il ricordo di antichi aromi.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.