Pubblichiamo una bella testimonianza mutuata dal blog Experts dell'approccio di un'educatrice di scuola dell'infanzia con i bambini con disabilità... o per meglio dire, con i loro genitori.

Nel mio lavoro le esperienze più belle e soddisfacenti le ho avute con i bambini disabili, anche perché solitamente un bambino disabile nella fascia d’età tra i 3 e i 6 anni ha molte possibilità di recupero e miglioramento.

Quanto costa avere un bambino oggi? Cosa serve alla futura mamma per affrontare al meglio il periodo dell’attesa? E, soprattutto, cosa è necessario per accogliere il proprio piccino e non fargli mancare nulla? Ogni genitore desidera il meglio per il suo bambino, questo si sa. Ma qual è il meglio? E quanto costa? Culle, carrozzine, ciucci, sdraiette, pannolini, omogeneizzati… Gadget e accessori per l’infanzia si sono moltiplicati a dismisura, la pubblicità

Una nota che desideriamo ricordare in questo speciale sulle scelte sostenibili per lasciare un pianeta meno rovinato ai nosti figli, è legata all'igiene intima dei bimbi.

Noi siamo abituati a crescere i bimbi utilizzando i pannolini. Nella nostra occidentale visione di igiene, il fatto che cacca e pipì non sfuggano dal pannolino è uno standard adeguato. In realtà occorre sempre riflettere  sul fatto che il vostro bimbo indosserà 24 ore su 24 per 2-3 anni un pannolino. 

Che esso sia di materiale sintetico, biologico, o di stoffa servirà a trattenere pipì e cacca nell’attesa del successivo cambio, a trattenerla bene a contatto del bimbo.

 

PER IL BAGNETTO

Il neonato non ha bisogno di essere lavato con particolari prodotti detergenti tanto più quando è piccolo. Né ha bisogno di ricevere un bagnetto ogni giorno per lavarlo, si può scegliere di farglielo perché lui lo apprezza, si rilassa, perché è un momento dedicato a lui. Ma altrimenti, basta un bagnetto quando se ne sente l’esigenza o una o 2 volte alla settimana. Mentre il sederino verrà deterso ogni volta sia necessario.

Come prendersi cura del proprio bebé ? Quali prodotti comprare per la pelle e il bagnetto ? Di quali oggetti ha veramente bisogno?

Ecco alcuni consigli, frutto di lunghe ricerche delle mamme di MondoNuovo e delle loro consultazioni tra mamme attente ai prodotti biologici e ai metodi naturali. Con la possibilità di scaricare la guida completa, molto utile: Guida Mondo Bimbi

 

Il 5 Giugno 2010 è la Giornata Mondiale dell'Ambiente (noi la chiameremo GMA, ma è nota nel mondo come: WED World Environment Day).

La GMA è commemorata nel 5 giugno sin dal 1972, ed è uno dei veicoli principali attraverso i quali l'ONU stimola in tutto il mondo la consapevolezza sull'ambiente e incoraggia l'attenzione e l’azione politica. Ma la GMA del

 

'Nessuna donna - ha detto il governatore Formigoni - dovra' piu' abortire in Lombardia a causa delle difficolta' economiche'. La regione Lombardia eroghera' 4.500 euro di bonus alle donne che rinunciano all'aborto pur vivendo in condizioni economiche difficili. Si tratta di un assegno mensile di 250 euro, per 18 mesi, ed e' reso possibile da un primo stanziamento di 5 milioni di euro deciso dalla Regione, che ha versato i soldi sul Fondo 'Nasko', appositamente creato.

'Vogliamo aiutare la famiglia, la maternita' e la natalita' - ha spiegato Formigoni - rimuovendo il piu' possibile gli ostacoli, a cominciare da quelli di natura

Per rendere positivo il modo con cui consumiamo e acquistiamo beni sono davvero necessarie poche azioni, basta che siano animate da un pensiero cosciente. Moltissimi dei nostri comportamenti d'acquisto sono regolati dall'abitudine, dalla fretta, dal pensiero che acquistare beni per la propria famiglia in modo sostenibile sia macchinoso, difficile e laborioso. In realtà l'unico sforzo da fare è quello della scelta, scegliere di riflettere sull'origine prima di comprare cibi, oggetti e servizi.
In fondo si tratta di scegliere ciò che non ci faccia del male, che non lo faccia all'ambiente o alle persone.


In concreto ci sono questi macro-passi da compiere:

Catarsi nel bosco

Maggio 31, 2010


Spesso le mamme passano da momenti di autocompiacimento per l'ottimo lavoro di mamme che riescono a fare con i figli, a grandi prove di pazienza, fino a sbottare perchè non ne possono più... Un esilarante domenica tra nonni e boschi raccontata da Barbara Motolese: gustatevela. ***

Perchè creare un gioco per i tuoi figli quando ne trovi ovunque, di tutti i tipi e con tutti i prezzi?
Innanzitutto perchè è divertente!
E' un modo per liberare la nostra creatività e quella dei nostri figli, rendere allegra una domenica di pioggia oppure una serata in famiglia...inoltre è ecologico perchè puoi riutilizzare carte, stoffe e oggetti che altrimenti andrebbero buttati.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.