Mercoledì, 23 Novembre 2011 13:12

Voglio vedere i cartoni!

By

Vorrei raccontarvi la storia di una bambina e della sua televisione.

Una sera, saranno state le 19 circa, una bambina stava guardando la televisione da qualche minuto, in attesa che la cena fosse preparata. I cartoni animati, solitamente, permettevano ai genitori di preparare la cena e svolgere altre faccende domestiche senza dover “intrattenere” la bimba.
Ad un tratto, nella scarsa luce presente in sala, un lampo blu, accompagnato da un leggero schiocco, illumina il retro del televisore e subito lo schermo diventa nero.

La voce della bimba immediatamente richiama l'attenzione: “Papààà, non si vede più la televisioneee”
Effettivamente il padre della bimba non può che constatare la rottura dell'apparecchio, che non si accendeva proprio: “Tranquilla, domani lo porto al centro assistenza, così lo riparano”.
In casa c'era solo un televisore quindi la bimba, dopo aver compreso e analizzato le parole del papà comincia: “Ma io voglio vedere i cartoniii”.
Purtroppo non si poteva accontentare la bimba che dopo alcuni minuti se ne fece una ragione, anche grazie ai tentativi da parte dei genitori di portare la sua attenzione verso i giochi e poi, finalmente, la cena.
Così passarono i giorni, per l'esattezza quasi due settimane (il servizio assistenza non è stato efficientissimo). I primi due giorni la bimba chiese ancora a gran voce i cartoni animati e papà sfruttò le risorse presenti in rete per far vedere qualche cartone a sua figlia. Certamente questa soluzione non era soddisfacente come guardare i cartoni in TV ma serviva ad allentare la tensione.
Passate le due settimane finalmente la televisione tornò al suo posto... però... la bimba non chiedeva più i cartoni animati e sfruttava il tempo in mille modi diversi e anche i genitori della bimba non guardavano più la televisione quanto prima... e così tutti erano felici e contenti.

Fine della storia.

Volete sapere cosa è successo? Come si è arrivati a questo punto?
Semplice. In breve tempo i genitori della bimba hanno:
compreso quanto tempo “rubasse” la televisione alle relazioni familiari (allo stare insieme)
riscoperto la radio (in particolare quelle stazione dove trasmettono musica senza troppe parole)
giocato più a lungo con la bimba, così quando “arrivava” il momento delle faccende domestiche la bimba essendo soddisfatta e appagata permetteva loro di svolgere tranquillamente le varie attività
notato quanto sia eccitante la televisione, scoprendo che la bimba si addormenta più rapidamente e, sopratutto, più tranquillamente se, dopo cena, la TV rimane spenta
sperimentato con più chiarezza il valore del silenzio e delle parole
e tante altre piccole cose...

Adesso, forse, starete pensando che chi scrive sia la solita persona che vuol parlar male della televisione, uno che vuol far credere che non guarda la televisione, che vuol dire che la TV è diseducativa, ecc...
No, tranquilli, non è così.
Ho solo voluto condividere un'esperienza che ha lasciato un segno positivo.
Non crediate che prima la bimba guardasse ore di televisione o che i genitori lo facessero. La TV non è mai stata al centro della vita familiare e nemmeno compagna di casa, più che altro è sempre stato uno strumento utile per riempire alcuni momenti.
Momenti che oggi non sono più da riempire ma sono vissuti. Infatti abbiamo scoperto che non ci sono momenti vuoti o “tempi morti” se non siamo noi a crearli, vivere le relazioni con i propri cari è già di per sé un'attività piena e completa, oltre che arricchente.
La bimba ha sentito che non ha bisogno dei cartoni per “distrarsi” o per rilassarsi e che nemmeno i suoi genitori ne hanno bisogno per fare le loro cose.
In conclusione posso dirvi che in casa l'atmosfera è molto più distesa, tranquilla e calma di quanto lo fosse prima della rottura dell'apparecchio televisivo. Questo piccolo incidente ci ha portato un grande regalo.

P.S. Però, quelle sere in cui non c'è del lavoro arretrato da svolgere e la bimba si addormenta presto, è proprio piacevole spaparanzarsi sul divano per vedere un bel film ;-)

 

Matteo Manzini
Insegnante di Rebirthing e Meditazione
www.ilrebirthing.it Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Tel 347-8702112 Riceve a Milano e Varese

Articoli correlati (da tag)

Aggiungi commento


Iscriviti alla newsletter

Leggi la nostra informativa su Privacy e Trattamento dati

www.GenitoriChannel.it è gestito da Ta-Daaa! Srl - Via Fratelli Rosselli 6 20090 Trezzano sul Naviglio (MI) P.Iva e CF 06936140968

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.