Manuale di istruzioni per mamme - parte 1: 5 cose

By Marzo 02, 2012

State pensando ad un manuale d'istruzioni, al famoso libricino che si trova dentro alle scatole dei frullatori e dei cellulari (in quest'ultimo caso, alti più o meno come il Devoto Oli) ? No, niente di tutto ciò, anche perchè non esiste un manuale d'istruzioni per mamme (non è un caso che non venga fuori assieme alla placenta).

Quello di cui voglio parlare è un elenco, senza alcuna pretesa che sia plausibile per tutte noi né tantomeno completo, di tutto ciò che non dovremo dimenticare nel passaggio dalla vita “in solitaria” a quella di “mamma”. Eh sì perchè da quel momento in poi sole davvero non lo siamo mai e questo è meraviglioso, ma ci dimentichiamo anche tanti aspetti di noi come “figlie”.

Ecco un breve elenco di quello che mi è venuto in mente e che cerco di ricordarmi ogni giorno, con un nodo alla memoria anziché al fazzoletto. Sarebbe tanto bello che ogni mamma che legge lo integrasse:

  • L'ordine in casa è un problema di mamme e massaie, il problema principale dei bambini è divertirsi e trasformare la casa in un accogliente campo da gioco o da battaglia. Arrabbiarsi non serve, condividere il problema può non essere compreso, giocare con nostro figlio e poi “giocare” a rimettere a posto può essere un tentativo... non è detto che funzioni eh! Però mi sarebbe piaciuto da piccola...

 

  • Evitare di dire: “Sono molto delusa da te”... le proprie delusioni si digeriscono e si superano, quelle che ci addossano gli altri sono rifiuti tossici che si smaltiscono con difficoltà.

 

  • Mai sottovalutare un crollo o un successo: per un bambino una crepa è un canyon e un gradino è una montagna, ma è possibile che nella crepa si senta affogare e dal gradino veda il mare. Bello allungare la mano per tirarlo su o saltare insieme verso il mare.

 

  • Fare un breve riepilogo delle frasi che odiavamo da bambini e ragazzini: questa casa non è un albergo, perchè non fai come tuo fratello, da te mi aspettavo di più... Poi fare uno sforzo per non dirle mai! Magari ne troviamo di nuove perfino peggiori, ma saranno nostri errori, in caso...

 

  • Gibran ha ragione: i nostri figli non sono nostri. Abbiamo dato loro la vita perchè LORO potessero viverla. Inutile dire che non ce la faremo sempre a starne così fuori, li abbiamo avuti nella pancia per nove mesi e lì una traccia rimarrà sempre, una sorta di spinta che ci fa mettere il naso nei loro giorni, qualunque età abbiano.

 

  • Se il perfezionismo ci uccide pre-maternità – dobbiamo essere in forma, intelligenti, competitive, decise ma dolci, accoglienti ma forti, ironiche ma non troppo, sexy, indipendenti, protettive e in cerca di protezione, piene d'iniziativa ma anche capaci di aspettare – dopo la maternità non ce ne facciamo passare una. Il mantra che mi ha regalato una delle mie migliori amiche è: sii indulgente con te stessa. Sbaglieremo lo stesso, anche di più; rimedieremo, rimediamo sempre se vogliamo.

di Monia Scarpelli, blogger e autrice di “Mani di vaniglia: nascita di una mamma in 40 settimane

Articoli correlati (da tag)

  • Ah Ecco! Il mattino ha l'oro in bocca... Ah Ecco! Il mattino ha l'oro in bocca...

    Una rocambolesca mattina di una mamma come tante che cerca di incastrare lavoro, bambini, scuola e tanti guai...con un piccolo aiuto tecnologico!

    Questo video nasce da un progetto di Genitori Channel per Gigaset, che ha coinvolto i genitori su web e 6 blogger: 
    Raffaella di BabyGreen.it, Francesca e Davide di Equazioni.org, Francesca di MammeInRadio.it, Ilaria di MammenellaRete.it, Linda di PaneAmoreCreativita.it.
    Si tratta dunque di un fiction "community generated" ovvero che si rifà alle esperienze e condivisioni fatte via web, con i genitori che hanno partecipato.

  • Mia figlia preferisce stare con i nonni che tornare a casa... Mia figlia preferisce stare con i nonni che tornare a casa...

    A volte e' doloroso vedere che i ns bambini sembrano preferire i nonni o la casa dei nonni alla nostra casa o al tempo con noi. Io mi sono fatta l'idea che questo spesso sia una loro reazione al fatto di non vederci abbastanza, un po' come dire "sei stata via tutto il giorno e ora ti presenti e decidi del mio tempo e del mio spazio. Beh, sai che c'e'? ora io sono impegnata e ho da fare qui!"

    Oggi una mamma ci ha scritto chiedendoci un consiglio:

  • Nonni, amiche... la rete di aiuti e imparare a dire "sì" Nonni, amiche... la rete di aiuti e imparare a dire "sì"

    Riprendere la routine è faticoso per tutti.

    In particolare noi genitori, incastrati tra impegni lavorativi e familiari, corsi dei figli e appuntamenti improrogabili, rischiamo di passare le giornate a correre.

    La pausa estiva mi ha fatto riflettere sull’aiuto che ci proviene da amici e familiari, che magari ci hanno offerto il loro tempo, senza venire presi sul serio.

  • 3.000 neonati abbandonati, il primo nella ruota degli esposti milanese 3.000 neonati abbandonati, il primo nella ruota degli esposti milanese

    Venerdì 6 luglio, il piccolo Mario, con poche ore di vita è stato affidato dalla sua mamma alla "Ruota degli Esposti" della Mangiagalli di Milano, un piccino nato prematuro e piccolo piccolo... Sembra impossibile, ma in Italia sono circa 3mila all’anno i neonati abbandonati e ritrovati (soprattutto vivi, ma anche morti): il 73% è figlio di italiane, il 27% di immigrate, prevalentemente tra i 20 e 40 anni; le minorenni risultano solo il 6%; di questi abbandoni circa 400 l'anno, ancora troppo pochi, avvengono in ospedale...

  • 5 lavoretti per la festa della mamma 5 lavoretti per la festa della mamma

    La Festa è delle mamme, quindi queste idee sono per papà, nonni e chiunque altro all’infuori delle mamme. Loro potranno coccolare i propri bambini che le avranno realizzate. Ma non dovranno fare niente di più!

    Quindi, tiriamoci su le maniche e mettiamoci al lavoro per creare un bel lavoretto da regalare alle mamme il 13 maggio, Festa della Mamma.

Aggiungi commento


Commenti   

MammaNinja
+2 # MammaNinja 2012-03-19 13:19
Con l'ordine in casa ci litigo tutti i giorni..faccio una certa fatica, a volte arranco e mi dispiaccio altre pazienza e si va avanti!!

Mi piace l'indulgenza con se stessi, io forse lo sono un pò troppo a volte :P

Molto bella la frase di Gibran anche se al momento non riesco a "digerirla" magari tra una decina di anni ce la farò....meglio tardi che mai.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
Barbara Siliquini
0 # Barbara Siliquini 2012-03-19 14:45
:-) Grazie MammaNinja per la condivisione e l'onestà!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione

Iscriviti alla newsletter

Leggi la nostra informativa su Privacy e Trattamento dati

www.GenitoriChannel.it è gestito da Ta-Daaa! Srl - Via Fratelli Rosselli 6 20090 Trezzano sul Naviglio (MI) P.Iva e CF 06936140968

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.