Aiuti per il terremoto da Milano

By Giugno 13, 2012

Mamme e papà milanesi, a raccolta, c’è bisogno di voi!
C'è tempo solo fino al 20 giugno per aderire all'iniziativa di MammeAcrobate, che grazie al loro sponsor Electrolux e al negozio per mamme The MilkBar stanno coordinando una raccolta di generi per le famiglie dell’Emilia colpita dal terremoto.

Le Mammeacrobate sono in contatto diretto con Finale Emilia, dove hanno chiesto di cosa c'è realmente necessità, ed ecco cosa serve raccogliere:

  • Indumenti estivi e lenzuola (in buono stato). Verranno lavati industrialmente ed igienizzati grazie a Electrolux;
  • Creme solari;
  • Creme antizanzare e zampironi;
  • Zanzariere per carrozzine o lettini;
  • Salviettine umidificate.


La raccolta viene effettuata presso The Milk Bar, vicino a Duomo, nella galleria in via Giuseppe Mazzini, 20 a Milano (ore 10-19, domenica esclusa).
La raccolta sarà aperta fino al 20 giugno e su MammeAcrobate sarà possibile seguire l’esito delle donazioni.
Un piccolo gesto per essere vicini a chi in questo momento ha bisogno di noi!

Articoli correlati (da tag)

  • Cosa fare in caso di terremoto Cosa fare in caso di terremoto

    Siamo attoniti di fronte alla potenza della natura che si scatena. Ci sentiamo impotenti e impreparati.

    Per aiutarci a reagire nel modo corretto alle scosse che in questi giorni stanno dilaniando l’Emilia Romagna, la Protezione Civile della Regione ha emanato un vademecum di regole a cui attenersi.

     

    Ecco come comportarsi durante il terremoto:

    1. terremoto1

      Uscire di casa se si è al pianterreno e la porta è vicina;

    2. Non fuggire sui balconi né prendere l’ascensore;

    3. Ripararsi sotto i tavoli, contro i muri portanti e i vani delle porte;

    4. Stare lontani da oggetti pesanti o pericolosi;

    5. Spegnere i fornelli in cucina;

    6. Restare al riparo fino a che la scossa non è finita;

    7. Quando la scossa è terminata, cercare con calma di uscire;

    8. All’aperto, allontanarsi dagli edifici e cercare di fermarsi in spazi aperti;

    9. Allontanarsi da pali e linee elettriche;

    10. Sui marciapiedi, prestare attenzione ai cornicioni, alle insegne e ai balconi che potrebbero precipitare – se possibile cercare riparo sotto le architravi dei portoni;

    11. In auto, fermarsi evitando i ponti, i viadotti, i sottopassaggi, i terreni franosi e le linee elettriche;

    12. Nei luoghi pubblici, raggiungere l’uscita con calma, senza accalcarsi e facendo attenzione agli oggetti che potrebbero cadere.

     

    E' una buona idea, in questi giorni, individuare dei punti sicuri della casa dove rifugiarsi in caso di scosse e parlarne con i bambini, informandoli su dove ripararsi e cosa fare in caso di terremoto.

    di Cristiana Calilli 

    centopercentomamma

  • La fine del mondo... e gli avvenimenti di cronaca di questi giorni La fine del mondo... e gli avvenimenti di cronaca di questi giorni

    L'inanellarsi di vicende che pesano sul cuore, come in questi ultimi giorni (la bomba davanti alla scuola di Brindisi, il terremoto in Emilia, il padre che butta dalla finestra i due figli e poi si uccide...), mi fa riflettere sul fatto che la distruzione del mondo, quella prevista per la fine del 2012, non è necessariamente legata ad un nuovo Big Bang planetario, perché “il mondo” in realtà non è uno solo... esistono tanti mondi quante persone. Ognuna ha il suo, interlacciato con quello degli altri, ma le tragedie e le gioie che vi accadono sono dei Big Bang personali che riflettono le loro onde tutto intorno. Forse è così che ci avviciniamo alla fine del mondo...

    … e i nostri bambini in tutto ciò?

Aggiungi commento


Iscriviti alla newsletter

Leggi la nostra informativa su Privacy e Trattamento dati

www.GenitoriChannel.it è gestito da Ta-Daaa! Srl - Via Fratelli Rosselli 6 20090 Trezzano sul Naviglio (MI) P.Iva e CF 06936140968

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.