Super User

Super User

Per un buon allattamento sono fondamentali i primi passi utili per garantire che il bimbo si attacchi bene al seno.

L’esperto GC: Katia Micheletti
Regia e Montaggio: Alessandro Azzarito
Produzione: GenitoriChannel2009

Ringraziamo Elena Maggiolo e la piccola Elisa

Franco racconta la nascita in casa di Sara, la sua seconda figlia, nata in casa.

La scelta arriva dopo il parto di Sofia, nata in ospedale.

Il punto di vista si un papà sulle due esperienze.

 

Ecco un'iniziativa veramente utile e di sostegno alle mamme di alcuni comuni milanesi: l'ostetrica gratuita a casa dopo il parto.

Datene notizia a tutti, perchè questo servizio così utile, è poco conosciuto. E' importante che le mamme utilizzino il servizio perchè possa continuare ad essere attivo anche il prossimo anno... si parla tanto di TSO sui giornali, ma nessuno parla di iniziative come queste che davvero possono risolvere tante situazioni semplici e complesse. Se non viene detto che esiste, è difficile conoscere il servizio ed usarlo!

AIUTATECI A DIFFONDERE! Teniamoci il servizio, diciamolo a tutti e facciamolo diventare una buona pratica da estendere ad ogni comune.

 

 

 

 

Verso i ragazzi che navigano sui social network e sulle piattaforme online, da twitter a youtube a flickr, le azioni più efficaci di tutela e protezione che i genitori possono adottare sono impostate al buonsenso, al dialogo aperto e leale e al buon esempio. Per i genitori non resta dunque che documentarsi e imparare quali sono le regole di sicurezza e i comportamenti senza rischi da trasferire ai figli.

Quando i figli cominciano ad andare online, sia tramite gli smartphones che tramite i social network nel computer di casa, per i genitori comincia il momento delle domande: quali sono i pericoli in cui incorrono materialmente? quali sono le regole veramente efficaci? quali i limiti efficaci ai comportamenti dei ragazzi con la rete?

Per sostenere l'allattamento, una delle azioni più positive e influenti è semplicemente...parlarne. Far parlare le mamme che lo hanno già vissuto, ascoltare coloro che lo stanno vivendo, far entrare in connessione le esperienze per dimostrare che i problemi e gli ostacoli sono spesso condivisi dalle altre donne: questo è il più grande antidoto agli esiti fallimentari dell'allattamento. Per le mamme che hanno allattato, sia con successo che con difficoltà e crisi di percorso, la possibilità di raccontare la propria esperienza è sempre un'occasione preziosa e colta al volo, per riflettere ricordando i momenti attraversati, per osservare i propri movimenti e gli aspetti della relazione col proprio bimbo. E per le neomamme, magari alle prese con i dubbi e le insicurezze classiche dell'allattamento, ascoltare queste esperienze rappresenta una grandissima fonte di sollievo e conforto.

Nella nostra società l'allattamento al seno trova grandi resistenze e solo con una forte deterninazione e sicurezza in se stessa una donna può garantirsi di vivere un'esperienza naturale, positiva e spontanea. 'L'allattamento al seno non è la normalità e la fisiologia nella nostra cultura' queste sono le perentorie parole di Antonella Sagone, da tanti anni impegnata come consulente per La Leche Legue Italia.

Molte sono le influenze sociali e le distorsioni che portano spesso una madre che allatta a sentirsi fuori posto, inadeguata e sprovvista di competenze. Per contrastare questo isolamento e spaesamento, spessissimo è sufficiente una semplice chiaccherata con una persona formata a trasferire ciò che definisce come normale l'allattamento al seno.

Per ragadi in allattamento si intende il danneggiamento del capezzolo per cui appare escoriato, ferito, traumatizzato. Le ragad non sono il naturale corollario all’allattamento: in realtà, sebbene sia normale i primissimi tempi un certo fastidio anche un po’ doloroso al capezzolo, dovuto allo stiramento dei tessuti dentro la bocca del bambino, le ragadi non si verificano in tutte le donne che allattano.

Quando si manifestano, nella quasi totalità dei casi, con il solo aiuto di una persona esperta, le ragadi diventano solo un brutto ricordo!

Qual è la causa delle ragadi

La posizione sdraiata: una soluzione poco affaticante per la mamma, ideale nel caso vi siano conseguenze dolorose da post cesareo o episiotomia.

L’esperto GC: Katia Micheletti
Regia e Montaggio: Alessandro Azzarito
Produzione: GenitoriChannel2009

Ringraziamo Elena Maggiolo e la piccola Elisa

La verdura e la frutta dell'inizio dell'inverno possono essere una scoperta interessante e diventare la base per ricette golose per tutta la famiglia.

La verdura

Il radicchio, il cardo, le cime di rapa, gli spinaci, il cavolfiore, i broccoli, i cavolini di Bruxelles, le coste, i crauti, il finocchio, il porro, il rafano, il ravanello, il sedano, il topinambur e la zucca.

Pagina 1 di 57

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.