Un contratto con tuo figlio per usare il cellulare

Un contratto con tuo figlio per usare il cellulare

 Quando le regole sono chiare, aderirvi è più semplice.

Lavoretti di riciclo: il barattolino per la festa della mamma

Lavoretti di riciclo: il barattolino per la festa della mamma

Per i bambini la cosa più divertente è creare con le loro mani. Ecco 4 idee riciclo.

Martedì, 20 Novembre 2012 06:50

Giornata Mondiale per i diritti dell'infanzia e dell'adolescenza

Campagna Unicef Stop alla violenza contro le ragazze Campagna Unicef Stop alla violenza contro le ragazze Unicef Svizzera

Il 20 Novembre 1989 venne approvata la Convenzione Internazionale sui diritti dell'infanzia, da parte dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Tutti i Paesi del mondo eccetto Somalia e Stati Uniti hanno ratificato la Convenzione. In Italia è stata ratificata il 27 maggio 1991 con la legge n. 176, in Svizzera è entrata in vigore nel 1997.

Ogni anno in questo giorno viene celebrata la Giornata Mondiale per i diritti dell'infanzia e dell'adolescenza, eppure dopo più di 20 anni sembra che ci sia ancora molto da fare per garantire ai bambini i loro pieni diritti.

Secondo un Report presentato da Telefono Azzurro al Senato all'inizio di Novembre il 32% di casi presi in carico dal 114 negli ultimi 6 anni riguarda abusi o violenza subite direttamente dai bambini o vissute da questi in maniera indiretta (assistendo a scene di violenza). Il 63% di questi abusi avvengono tra le mura domestiche.

Poco tempo fa era stata Save The Children a lanciare la Campagna A Mani Ferme per l'eliminazione di ogni forma di violenza nei confronti dei minori, incluse le punizioni fisiche o corporali e le altre forme di punizioni umilianti e degradanti.

{hwdvs-player}id=413|height=250|width=450|tpl=playeronly{/hwdvs-player}

 

L'Europa lavora alla tutela dei bambini dalla violenza

Anche il Consiglio d'Europa si è mobilitato.
La terza delle
sette ragioni per Costruire un'Europa PER e CON i bambini è "Nulla può giustificare la violenza nei confronti dei bambini [...]nessuna tradizione, religione, credenza, situazione economica, o metodo “educativo” potrà mai giustificare il fatto che un bambino venga percosso, subisca lesioni fisiche e sevizie, mutilazioni, venga abusato sessualmente, umiliato, o patisca qualsiasi altra forma di maltrattamento, che calpesti il suo diritto alla dignità."

liberi-di-non-picchiare definitivo


Noi di Genitori Channel insieme agli amici di  NonTogliermiIlSorriso.org vogliamo celebrare questa ricorrenza con la Campagna Liberi di non picchiare per focalizzare l'attenzione sulle punizioni fisiche inflitte ai bambini in ambito familiare.
Ci sembra importante sottolineare che le punizioni fisiche non sono educative e che sono lesive dei diritti dei bambini.

Vogliamo liberarci dall'istinto a ripetere ciò che abbiamo subito da bambini, per poter costruire un rapporto costruttivo con i nostri figli poichè essi sono vulnerabili ed è nostro dovere proteggerli e prenderci cura di loro instaurando una relazione autorevole e amorevole.

 

 

 

Immagine articolo: Campagna Unicef Svizzera "Stop alla violenza contro le ragazze"

Video

Aggiungi commento


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.