Lunedì, 29 Giugno 2015 00:00

10 motivi per avere una buona relazione con i nonni

By

I nonni possono essere una risorsa importante per i bambini.

Molti bambini durante l'estate passano periodi più o meno lunghi con i nonni, talvolta perchè  genitori lavorano, talvolta perchè magari abitano in campagna o hanno una casa al mare. La relazione tra i nonni e i nipoti è unica e può diventare molto importante. Ombretta Cecchini, psicoterapeuta esperta in relazioni e tematiche dell'infanzia ha scritto per GenitoriChannel.it queste riflessioni con l'intento di aiutare nonni, genitori e bambini a relazionarsi in modo più sereno possibile.

***

Scomparsa la tradizionale figura del nonno che vive in famiglia e racconta le fiabe ai nipotini, ci si confronta oggi con i nuovi nonni. Giovani, attivi e in grado di fornire un aiuto concreto ai genitori impegnati con il lavoro, possono rappresentare un’enorme risorsa per lo sviluppo emotivo e affettivo del bambino.

Il rapporto nonni-nipoti è influenzato dal rapporto nonni-genitori

Il rapporto che si stabilisce tra nonni e nipoti in alcuni casi è influenzato dalla complessità dei rapporti esistenti con i neogenitori. La presenza di antichi rancori o divergenze troppo marcate nello stile educativo, può incidere pesantemente sulla frequentazione e, conseguentemente, sulla costruzione del legame tra il bambino e i nonni.
Il ruolo che però essi hanno nella crescita dei bambini è molto importante e va ben oltre il semplice aiuto che possono fornire accompagnando o andando a riprendere i bambini nelle varie attività.

Gli aspetti positivi della relazione nonni-nipoti

1. I nonni possono rappresentare per il nipotino una guida e una ricca fonte di informazione rispetto alla storia familiare. I bambini amano i racconti di cose accadute in tempi lontani da loro, di cui il nonno è stato invece testimone. Così come possono trovare divertente ascoltare gli aneddoti riguardanti l’infanzia dei loro genitori,  scoprire che anche i genitori sono stati piccoli, che facevano capricci e avevano paure o sogni, proprio come loro.

2- Le nonne sono dispensatrici d’amore e cure cui poter far riferimento in momenti di bisogno.

3- Rappresentando un sistema alternativo, o complementare, alla famiglia mononucleare, formata soltanto dai due genitori, i nonni offrono al bambino l’opportunità di conoscere modelli diversi, allargando il suo orizzonte conoscitivo.

4- La maggiore disponibilità di tempo libero permette ai nonni di condividere con il bambino interessi aggiuntivi rispetto a quelli proposti dai genitori. I bambini possono fare con loro attività che non riuscirebbero a fare con i genitori, come andare a pesca, coltivare un orto, fare bricolage, lavori manuali e lunghe vacanze estive.

5- In un momento storico caratterizzato dalla velocità, l’inevitabile lentezza che comporta l’avanzare dell’età e che caratterizza i nonni lascia al bambino la possibilità di sperimentare la riflessione, la calma e la pacatezza.

6- Il bambino può apprendere che la vecchiaia non ha solo aspetti negativi, che è possibile amare e divertirsi anche quando non si è più produttivi e si è persa la giovinezza. Impara che la cosa veramente importante è ciò che siamo e che questo è vero indipendentemente dall’età.

7- La complicità che si crea tra nonni e nipoti può rivelarsi molto utile in momenti di crisi, per esempio durante l’adolescenza. Il ragazzo potrà rivolgersi ai nonni in caso di conflitti, senza dover andare alla ricerca di sostegno al di fuori della famiglia.

8- Il bambino ha la possibilità di percepirsi come parte della storia familiare, attraverso le generazioni.

9- Un buon rapporto tra nonni e nipoti può essere l’occasione per risolvere vecchi conflitti. Spesso vedere che gli anziani genitori si mostrano comprensivi e affettuosi con i nipoti, aiuta i neogenitori a sanare alcune ferite legate al passato.

10- Nonni e neogenitori possono ritrovare una certa complicità, trovandosi a svolgere entrambi il ruolo di genitore.

 

Quali caratteristiche dovrebbe avere il nonno ideale?

  • Si rende disponibile, ma mantiene i propri spazi.
  • Preferisce un impegno part-time, piuttosto che un tempo pieno
  • Sa ascoltatore, accoglie senza giudicare
  • Accetta che le scelte educative spettano ai neogenitori
  • Non si schiera nei conflitti tra genitori e bambino

"Ciò di cui i bambini hanno più bisogno sono gli elementi essenziali che i nonni offrono in abbondanza.
Essi danno amore incondizionato, gentilezza, pazienza, umorismo, comfort, lezioni di vita.
E, cosa più importante, i biscotti."
(Rudy Giuliani)

 

di Dott.ssa Ombretta Cecchini,
Psicologa e psicotrapeuta, esperta in relazioni e tematiche dell'infanzia.
Sito web: www.studiodipsicologiaanalitica.it
Canale Youtube: Ombretta Cecchini

Barbara Lamhita Motolese

Amo l'innovazione in tutti i campi, e come mamma mi sono scoperta innovativa facendo scelte del passato!
Vivere la mia genitorialità ricercando la coerenza con il mio sentire e con il mio pensiero, mi ha portato a esperienze poco comuni e molto felici: il parto in casa, il co-sleeping, il babywearing, e l'homeschooling... per citarne alcune.
Sono un'appassionata custode della nascita e una meditatrice assidua.
Ho dato vita a GenitoriChannel.it per coniugare la mia passione dei temi genitoriali con quella per il web.

Articoli correlati (da tag)

Aggiungi commento


Iscriviti alla newsletter

Leggi la nostra informativa su Privacy e Trattamento dati

www.GenitoriChannel.it è gestito da Ta-Daaa! Srl - Via Fratelli Rosselli 6 20090 Trezzano sul Naviglio (MI) P.Iva e CF 06936140968

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.