Super User

Super User

campagna nastro rosa tumore senoIn omaggio alla Campagna Nastro Rosa dedicata alla prevenzione del tumore al seno, oggi, lunedi 18/10/10 Genitori Channel si tinge di rosa, unendosi alle iniziative in rosa che animeranno tutto il mondo per questa causa e al cerchio virtuale che unifica decine di blog e siti a sostegno della campagna di prevenzione, grazie all'iniziativa promossa da mammafelice.

Nel mese di Ottobre luoghi reali e virtuali si tingono infatti di rosa, colore simbolo della lotta contro il tumore al seno. Una luce rosa, infatti, unirà idealmente tutta l'Italia, con tanti monumenti, edifici e statue che resteranno illuminati per una o più notti a testimoniare che, grazie a un’efficace e corretta prevenzione, questa malattia tumorale si può, e si deve, vincere! E come in Italia, anche in tutto il resto del mondo si accenderanno di luce rosa location famosissime e prestigiose, quali l’Empire State Building (New York, USA), le Cascate del Niagara

 

l'acqua e la terraIn questo periodo Coop sta diffondendo una bella pubblicità che invita i consumatori a bere l'acqua del rubinetto. Evviva. Senso civico, buon senso ed etica cominciano a serpeggiare anche tra le aziende più grosse. E questo momento storico, in cui tra l'altro la politica spinge per la privatizzazione dell'acqua, ci sembra una buona idea spendere due parole e un video su questo tema: come genitori e come famiglie possiamo fare molto per influenzare positivamente i comportamenti di tutti.

Cominciamo con questo bellissimo contributo: la storia dell'acqua in bottiglia, tanto per renderci conto di quanto in nome del profitto ci facciamo prendere per il naso. Pensiamo di non credere a Babbo Natale e alle favole, ma è solo un'illusione...

bimbi al MIPCari mamme e papà di Genitori Channel, oggi desideriamo condividere con voi la soddisfazione di aver partecipato con grande successo alla tappa milanese dell'Innovation Festival.

"Innovation Festival" è l'evento europeo dedicato all'innovazione tecnologica, dopo Milano farà tappa a Lisbona e Tallinn (uno dei principali porti del Baltico, in Estonia). All'interno dell'Innovation Festival, domenica pomeriggio, in una tiepida e soleggiata giornata autunnale, nella splendida cornice della Loggia dei Mercanti, 20 imprese creative, già selezionate fra un centinaio, si sono contese la quarta edizione della kermess Milano In Progress.

 Per gli approfondimenti di questo Focus sul Portare i bimbi, il primo video che condividiamo con voi è quello di Susan Ludington, phd in pediatric nursing negli Stati Uniti che da anni studia la relazione tra il contatto pelle a pelle tra neonato e mamma, e gli effetti che questo ha sullo sviluppo neurocerebrale del bambino. Il contatto pelle a pelle è uno strumento tanto semplice quanto efficace, secondo gli studi della nota ricercatrice americana, ben più efficace di un'incubatrice, anche per i neonati prematuri.

Si è aperta il 1 ottobre la SAM 2010, Settimana Mondiale dell'Allattamento. Per celebrarla desideriamo proporvi una video-intervista inedita, fatta da Genitori Channel e dalla giornalista Giorgia Cozza ad Ibu Robin Lim, la nota "ostetrica scalza" vincitrice del premio Alexander Lange 2006.

Con l'esperienza e la dolcezza che la contraddistinguono, Ibu Robin dice che tutte le madri vogliono il meglio per i loro figli, chi sceglie il latte artificiale non è “venuta meno" a suo figlio, perchè ama suo figlio, sono, se mai, la società, i medici, la famiglia, che sono "venuti meno" a quella madre, che non ha bisogno di atteggiamenti giudicanti, bensì di amore e supporto.

Godetevi questo stralcio di video intervista

Intervista a Ibu Robin Lim - una madre che non ha allattato è una mamma che è stata lasciata da sola dalla società 

{youtube}AIZhR07Kclg{/youtube}

 

In occasione della SAM 2010 (settimana mondiale dell'allattamento 2010), desideriamo segnalare un sito molto bello e utile: www.allattamentoschisi.org.

E' il sito è di Regina Masaracchia, infermiera professionale, IBCLC, mamma di 3 figli, uno di questi nato con palatoschisi, ovvero con un'incompleta formazione del palato duro, che si presenta con una fenditura (una caratteristica che spesso e' nota con il termine improprio di "labbro leporino"). Questa caratteristica è diffusa all'incirca su 1 bambino ogni 1.000.

In questo articolo un accenno ad un tema che potete approfondire:il Lotus Birth...

Abbiamo raccontato, durante questo mese di settembre 2010, come il taglio del cordone sia uno di quei momenti del parto che va pianificato con cura. Perché le possibilità sono diverse:

  • in molti casi, nelle strutture ospedaliere il personale si affretta a clampare (cioè a pinzare e quindi tagliare) il cordone, abbastanza rapidamente, perché questa operazione consente di separare il bambino dalla madre e avviare tutte quelle procedure di lavaggio, vestizione, pesata e profilassi, che in molti ospedali sono previsti in tempi brevissimi dopo la nascita, spesso mentre la mamma è ancora impegnata nel portare a termine il parto, con il secondamento della placenta (la placenta, attaccata al bambino con il cordone, nasce, in genere, da pochi minuti ad un'ora dopo la nascita del bebè).

 

 

staminali emopoieticheOggi al taglio del cordone è molto associata l'idea della conservazione delle cellule staminali.

Ma cosa sono le cellule staminali?

La cellula staminale è una cellula non ancora differenziata, cioè senza una funzione specifica, tuttavia ha una capacità generativa enorme, cioè è capace di riprodurre se stessa e, contemporaneamente, produrre miliardi di cellule figlie che si differenziano diventando cellule specifiche necessarie ai nostri organi. Alcune cellule staminali hanno la capacità di generare figlie che possono specializzarsi in un solo tipo di cellule (ad. es. cellule epiteliali, cioè della pelle), altre sono capaci di generare cellule figlie che possono diventare di vari tipi (es. globuli bianchi, rossi o piastrine) a seconda del bisogno.

Sapere come una cellula staminale "decida" di dividersi o di differenziarsi rimane una questione irrisolta della fisiologia di queste cellule.

Nel nostro corpo sono presenti Cellule Staminali?

 

 

 

 

 

 

 


QR code genitori channel

Cos’è lo strano labirinto di pixel che compare nella figura accanto? Si chiama QR CODE forse alcuni di voi lo conoscono già. Se avete un telefonino abilitato a navigare su internet potete dotarlo di un software speciale che vi consentirà, inquadrando con la telecamera il Qr code, di vedere un filmato.

Nell'ambito di una bella collaborazione tra Genitori Channel e UPPA, la rivista in abbonamento Un Pediatra Per Amico, i lettori troveranno, su alcuni articoli della rivista stessa, un QR code, cioè un quadratino bianco e nero (come quello nell’immagine). Si tratta di una specie di codice a barre, che, se inquadrato da un videofonino, consente di visualizzare un video di approfondimento dell’articolo, creato o selezionato da Genitori Channel.

Già durante il Focus sul cordone ombelicale vi abbiamo fornito informazioni scientifiche sui benefici del taglio ritardato. Sempre in relazione a questo tema, che poi si lega strettamente con il tema delle staminali da cordone, in questo articolo riportiamo, tradotto per voi, quanto è stabilito dall'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), sul taglio del cordone. Quanto l'OMS stabilisce è tratto dalle "Raccomandazioni dell'OMS per prevenire l'emorraggia post partum" del 2007. All'interno dello studio i riferimenti alle ricerche scientifiche analizzate.

***

Gli studi sui tempi di taglio del cordone hanno dato per lo più risultati legati alla salute infantile. Il beneficio o gli effetti nocivi del taglio precoce o ritardato sulla madre non sono noti. Le raccomandazioni sul clampaggio precoce (il clampaggio è l'applicazione di pinze che bloccano il flusso di sangue del cordone, consentendone il taglio) erano forse nate dal timore di un eccesso di trasfusione al bambino a seguito della somministrazione di farmaci per stimolare le contrazioni uterine.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.