L’allattamento è principalmente una relazione d’amore, e non solo il modo normale di cibare e dissetare il cucciolo umano. Questa relazione riguarda in prima persona la madre ed il suo bambino, vi sono coinvolte però anche altre figure: prima di tutto il padre, forse indirettamente le nonne, specialmente se si prendono cura del piccolo quando la madre è a lavoro… e poi certamente possono influenzarla anche gli altri familiari, le amiche e gli amici, altri genitori con cui ci capita di parlare,  eventuali articoli pubblicati su riviste più o meno specializzate e, in generale, i mass media, le consuetudini sociali, le pratiche commerciali le politiche e le iniziative per l’allattamento… …tutti questi ambiti, come cerchi concentrici e parzialmente sovrapposti, si collocano intorno a mamma, bebè e padre e possono, direttamente o indirettamente, condizionare non solo il modo in cui viene vissuta l’esperienza di allattamento ma spesso anche la durata.

E' belissima e toccante questa testimonianza di Marika (aprovadimamma) sulle difficoltà di un allattamento alla luce del sole... con biberon, fa riflettere...

***
La mia borsa per il cambio non era una borsa, era un transatlantico. Da una parte tutina, body, calzini, un numero imprecisato di bavaglini. E poi pannolini, salviette, garze sterili, soluzione fisiologica. Dall’altra parte un set pappa degno di una ditta di trasporti: innanzitutto lo scaldabiberon, grande, pesante, ingombrante, e dotato di un riduttore per l’accendisigari, che non si sa mai dove scatta la fame.

Finalmente è stato emanato un decreto legge che stabilisce le sanzioni delle violazioni del Decreto 82/09, rendendolo pienamente operativo. Questo significa che la legge italiana, non solo aderisce al Codice sulla commercializzazione dei sostituti del latte materno (sia pur con delle limitazioni) ma tramite questa legge chiarisce le sanzioni a cui le aziende e gli enti vanno incontro nel momento in cui non lo rispettano.

La storia e le riflessioni di Donatella, blogger Caramami, sul suo allattamento "prolungato".

***
Premessa: Allatto mia figlia ormai da quasi 18 mesi a richiesta, a chiamata, a cottimo, in nero e a comando, naturalmente è un lavoro a tempo pieno e precario però ben pagato dai suoi sorrisi!

L'ABC dell'allattamento oltre i primi mesi, ovvero tutto quello che si dovrebbe sapere e che forse non avete (quasi) mai sentito:

- La normale durata dell’allattamento per la nostra specie si misura in anni, non in mesi.

Oggi abbiamo tradotto per voi uno straordinario articolo tratto da in culture parent adattissimo a questo mese dedicato ad allattare oltre. E’ l’esperienza di Ruth, una mamma canadese che si trasferisce in Mongolia e scopre una cultura deve l’allattamento è celebrato come in nessun altro posto, tanto che anche gli adulti sono ghiotti di latte di mamma… gustatevi la sua testimonianza!

Caterina, in questo bellissimo articolo ci parla di allattare i bimbi "grandi", cioè quelli che non sono più neonati, e che, per la maggior parte di altre cose sarebbero definiti "piccoli" come in realtà sono. Quali sono le buone ragioni per continuare l'allattamento finché è il bambino a decidere che è ora di smettere? Questo articolo partecipa alla rassegna "Io allatto alla luce del sole 2" quest'anno dedicato in particolare all'allattamento oltre i primi mesi.

Nell'ambito dell'edizione "Io allatto alla luce del sole 2" abbiamo lanciato l'idea di creare la rassegna delle sciocchezze che abbiamo sentito dire riguardo all'allattamento. Mandatecele, scrivetele sulla nostra pagina di Facebook o nei commenti a questo articolo e noi le riporteremo nell'articolo come memoria. C'e' da sbellicarsi dal ridere! Ne aggiungeremo man mano che ce li manderete.

Ecco un'altro bellissimo scritto perfetto per questo mese delle mamme super eroi. Godetevi le riflessioni.
"Il pranzo è pronto e la tavola è invitante, così ordinata e rallegrata dai fiori freschi; la massaia  si è cambiata, indossa un grazioso e semplice abito che la fa apparire riposata e serena anche se il lavoro della mattinata l'ha un po' affaticata. I familiari al ritorno ritrovano la cara pace della propria casa, il sorriso fiducioso e tranquillante della donna; forse hanno tante cose da raccontare [...] e la donna ascolta con affettuoso interesse, approvando e consigliando, in un'atmosfera resa distensiva dalle sue parole, dai suoi silenzi, dai suoi sorrisi.

Lo sapevate che il latte d'asina rappresenta una validissima alternativa al latte di mucca e, spesso anche al latte artificiale per i bambini? Non ci stancheremo mai di dire che il latte materno è l'elemento ideale e senza pari per la nutrizione di neonati e bambini, tuttavia in questo articolo vogliamo far conoscere il latte d'asina, che, per tutti coloro che si rivolgono a latti formulati, di mucca e di proseguimento, può costituire un'alternativa da provare, soprattutto per i bambini che risultano allergici o intolleranti.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.